16 novembre 2003

Giovedì mattina, ore 11. Sono in sella alla fida, vecchia e amata Vespa nera. Procedo a velocità "media" (non saprei dire esattamente cosa significhi, non vado nè troppo forte, nè sono fermo, semplicemente il mio tachimetro è fermo da un piao di anni). All'improvviso, la portiera. Un tizio apre la portiera della sua macchina proprio in QUEL preciso istante: quell'istante in cui io sto passando... e diventa l'istante in cui io smetto di passare, e per un attimo penso "cazzo cazzo cazzo sto per farmi male o peggio", e credo che dalla mia bocca esca una frase altamente ingloriosa, e ti immagini sempre che nei momenti di sconforto, mentre sei in aria e stai per atterrare , tu riesca a dire qualcosa di glorioso e di eroico... invece esce solo un ' imprecazione ben udibile nel giro di mezzo chilometro.
Io credo , spero, immagino, sento di non avere nulla di rotto. La vespa è a pezzi, poverina... il mio malcelato egoismo, però mi fa dire: "Meglio a te che a me".

10 novembre 2003

il mio cane é un imbecille. sei mesi fa é stato operato, dopo un paio di giorni senza cibo e in cui ha sofferto ogni genere di dolore, una radiografia ha svelato che al suo interno si trovavano due monete, per un totale di un euro e venti (problema matematico: che monete erano?). operato e aperto, quindici centimetri di intestino in necrosi ma cane salvo. sei mesi dopo, altro malessere... scatta il dubbio, lo portiamo d'urgenza dal veterinario, e nella lastra si materializza ancora una volta una moneta. le sovapposizioni puramente empiriche ci portano a credere che si tratti di dieci centesimi. si parla di operazione, si teme per il caro vecchio Mario (ebbene sì, il mio cane si chiama Mario; e non é poi molto vecchio, ha solo poco più di due anni). dopo l'operazione precedente, ci era stato detto che un successivo intervento avebbe potuto ucciderlo.
poi stamattina, Mario caga la moneta e tutto va a posto. morale: tutto si risolve in merda. buonanotte ;-)

08 novembre 2003

se ne va un membro fondamentale da un gruppo. che si può fare, andare avanti o finirla (ingloriosamente)? devo riflettere, qualunque scelta mi sembra ingrata e faticosa, certo continuare a provare senza avere nessuna concreta prospettiva mi sembra una triste e inutile perdita di tempo. troviamo le prospettive o sciogliamoci.

NP - vocokesh - paradise revisited (quasi carino, ma il batterista suona come me)