07 luglio 2011

Ophelia

Uno dei primi obiettivi di Fungus era quello dell'improvvisazione totale, o almeno "con pochi appigli". Il gruppo è andato avanti, è cresciuto e si è organizzato, ma nessuno di noi ha perso il gusto per l'inatteso, la sorpresa, le dilatazioni. Sono nati progetti paralleli, tra questi Ophelia.
Scopo del gioco: avere pochi punti di riferimento. Qualcuno, però, è sicuro. Abbiamo appunti sparsi per il palco, e i piedi liberi per indicare la direzione. Basta ingegnarsi, e sapersi coordinare.
Stasera si gioca, in trio. Se la registrazione verrà bene, sarà distribuita; se verrà male, anche. Preparatevi.