03 ottobre 2013

Pensieri Bassistici sparsi parte IV

6. Sii ripetitivo. Non significa noioso, significa che se trovi le note giuste, la frase giusta, il tempo giusto, è giusto che tu li ripeta fino a ipnotizzare l'ascoltatore, fino a caratterizzare il brano. E se si spostano gli accordi, tu sposta la frase, trasponi, giraci intorno. Parti da quella frase che tanto ti piace e costruisci su di essa l'impalcatura della tua linea di basso.

7. Non è obbligatorio fare un fill ogni quattro giri. Tieni anche conto che ad una rullata del batterista non deve necessariamente corrispondere un fill del bassista.

02 ottobre 2013

Pensieri bassistici sparsi parte III

5. Ascolta gli altri. Ascolta soprattutto i bassi, dai anche un'occhiata alla mano sinistra del tastierista e alle corde più spesse del chitarrista. Suonare due note vicine e diverse (specie se distanti di un semitono) genera battimenti fastidiosissimi. Se quelle due note devono proprio esistere, che siano su ottave diverse!