22 maggio 2014

l'ennesima, inutile, lista prog

L'ennesima, inutile lista: ho cercato di sintetizzare, senza curarmi eccessivamente dell'importanza storica o artistica, ma basandomi principalmente sul mio gusto personale. Mi sono imposto un solo album per band, ma ho mantenuto un'eccezione inevitabile, in quanto le tre incarnazioni del Re Cremisi che ho incluso sono praticamente tre gruppi differenti. La scelta più sofferta è stata quella floydiana: probabilmente wish you were here non è la loro opera migliore, ma è una piccola summa di tentazioni progressive e sperimentazione. Ma dei Floyd devi avere tutto, dal pifferaio al taglio finale.
Zappa è un capitolo a parte, ma Hot Rats è un disco prog. punto.
Ultima nota: non c'è un ordine logico.

King Crimson - in the court of the crimson king
King Crimson - islands
King Crimson - larks' tongues in aspic
Genesis - foxtrot
Emerson, Lake & Palmer - tarkus
Cressida - asylum
Catapilla - changes
Van Der Graaf Generator - pawn hearts
Soft Machine - volume two
Robert Wyatt - rock bottom
Popol Vuh - hosianna mantra
Mike Oldfield - tubular bells
Caravan - in the land of grey and pink
Gong - you
Pink Floyd - wish you were here
Matching Mole - matching mole
Osanna - palepoli
PFM - storia di un minuto
Banco del mutuo soccorso - Darwin!
Can - tago mago
Hatfield and the North
Area - arbeit macht frei
Nucleus - we'll talk about it later
New Trolls - concerto grosso
Gentle Giant - acquiring the taste
Yes - close to the edge
Camel - the snow goose
Frank Zappa - hot rats